Posted in Spazio autori

[Spazio autori] Hurt – Grazia Di Salvo

Ritorna la rubrica periodica dedicata ai colleghi autori M/M. Non faccio recensioni, ma offro il mio blog come una vetrina per presentare il vostro libro. Se siete interessati, basta che mi mandiate la scheda del libro, la cover, i link d’acquisto, un estratto che amate in particolar modo e una curiosità da condividere con i lettori.

Riapriamo le danze con Grazia Di Salvo! ❤

Scheda libro:

Titolo: Hurt
Autore: Grazia di Salvo
ISBN: 978-88-9312-046-3
Genere: Contemporaneo
Lunghezza: 269 pagine
Formato: epub, mobi, pdf + paperback

Trama:
Joey Degl’Innocenti è un ventitreenne come tanti: canta in un locale e non ha altri interessi oltre alla musica.

Dante Lupo è un ventiseienne riservato e schivo che, un giorno, si presenta alla porta di Joey con la richiesta di poter diventare coinquilini.

Inizia così la loro convivenza discontinua, fatta di attrazioni non dichiarate e parole non dette.

Dante resta colpito dalla gentilezza totalmente disinteressata di Joey e Joey dalla premura imbarazzata del coinquilino. E i due, ben presto, diventano dipendenti l’uno dall’altro. Ciò che non sanno, però, è che dietro di loro c’è un mostro pronto a distruggere tutto ciò che stanno cercando di creare, e che ha origini proprio nel passato di Dante.

 

ESTRATTO 

«Sei importante per me,» mormorai, quasi senza accorgermene. Joey mi guardò di sbieco, continuando ad accarezzare Lys. «Non sei soltanto sesso, davvero.»

«Lo so,» sussurrò Joey. «In realtà… non ti riesce troppo bene il ruolo di stronzo insensibile.»

Ridacchiai. «Dovrò fare il provino per qualcun altro, allora.»

«Prova il principe azzurro,» sussurrò Joey, così basso che sembrò quasi un’illusione.

«Cosa?» chiesi, divertito.

Lui spalancò gli occhi e arrossì, a disagio. Era tenerissimo. «Ah, no, intendevo… Sai… Uhm… Potresti provare un ruolo diverso, magari…»

Incespicava nelle sue stesse parole. Io ridacchiai e mi avvicinai, piano, affondando il viso contro il suo collo. Respirai il suo odore, chiudendo gli occhi. Joey si bloccò e trattenne addirittura il respiro mentre io strofinavo il naso contro la sua pelle e vi posavo, lieve, le labbra.

Oddio, era bellissimo.

«Assunto, la parte è tua,» si lasciò sfuggire, facendomi ridere.

«Evvai,» risposi.

Curiosità

Il locale One-Eyed, dove si svolge la scena con le freccette, esiste davvero (con altro nome) ed esistono davvero i divanetti che l’autrice ammette di non avere particolarmente in simpatia.

 

Link per l’acquisto:

SITO TRISKELL

AMAZON

KOBO

 

Buona lettura!

 

 

Advertisements